Raccogliere i rifiuti può diventare una moda?

Sì se a lanciare l’iniziativa è un’intraprendente insegnante romana, Carol Arale della Garbatella, che proprio grazie ai Social Network #taketheplasticaway su Instagram ed il gruppo su Facebook, ha deciso di  sensibilizzare gli utenti non solo a segnalare la presenza della plastica buttata incivilmente, ma anche a raccoglierla e buttarla negli appositi contenitori.

Cosa ha spinto Carol a promuovere questa iniziativa che sta riscuotendo un grande successo?

”E’ da tempo – mi ha raccontato- che tutto quello che ci circonda e che ormai sembra essere la ‘normalità’ non mi va più bene. A partire da chi getta i rifiuti dal finestrino di una macchina in corsa, a chi non si cura minimamente del posto in cui vive.
Sapete che su Instagram l’hastag #inquinamento ha SOLO 12.000 tag?
Il problema viene poco trattato in Italia”

A quanto pare i temi scomodi non riescono a sensibilizzare l’opinione pubblica nella giusta misura. La pensiamo così anche noi!

Perché le plastiche di cui si parla appartengono non solo ai contenitori per generi alimentari, che hanno un’incidenza sicuramente maggiore, ma anche a tutti quei contenitori di prodotti cosmetici e detergenti che portati in vacanza rischiano di essere incautamente ‘dimenticati’.

Possiamo fare qualcosa?

Carol Arale pensa di sì e noi tutti possiamo dare un contributo: è semplicissimo!
  • Uscite a fare una bella passeggiata.
  • Raccogliete la plastica abbandonata.
  • Trovate della plastica abbandonata? Scattate una foto e pubblicatela su Instagram con l’hastag #taketheplasticaway o sul gruppo Facebook!
  • INFINE buttatela nell’apposito contenitore dei rifiuti!
Se l’obiezione è che ‘tanto non serve a niente’ oppure ‘che il vostro gesto non incide sulla quantità di immondizia che è abbandonata’, grazie ai Social vi accorgerete che non siete affatto soli!
Carol ci ha anticipato che “vorrebbe provare a portare questo progetto nelle scuole”, per far comprendere ai più piccoli l’importanza del rispetto dell’ambiente. Un’altra bella iniziativa da sostenere. Ora non resta che provare tutti a dare una mano!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here