Cos’è l’INCI

E’ l’acronimo di (International Nomenclature of Cosmetic Ingredients) ovvero la Denominazione Internazionale degli Ingredienti Cosmetici.

Quando è comparso

Per evitare di avere indicazioni nelle diverse lingue e complicati nomi chimici e botanici, agli inizi degli anni 70, le industrie si accordarono per un sistema univoco di etichettatura dei componenti presenti all’interno di un prodotto cosmetico.

Viene usata in tutti gli stati membri dell’UE e in molti altri paesi nel mondo, tra i quali USA, Cina, Giappone.

Come si legge un’etichetta

Secondo la nomenclatura INCI, gli ingredienti di un prodotto cosmetico vanno scritti in ordine decrescente di concentrazione al momento della loro incorporazione.
Al primo posto si indica quindi l’ingrediente contenuto in percentuale più alta, poi a seguire gli altri ingredienti, fino a quelli contenuti in percentuale più bassa. Al di sotto dell’1% gli ingredienti possono essere indicati in ordine sparso.

Come leggere un’etichetta – Fonte Cosmetics Europe

La nomenclatura INCI contiene alcuni termini in latino (riferiti ai nomi botanici e a quelli di ingredienti presenti nella farmacopea) mentre la maggioranza è in inglese, fuorché la parola Parfum che è francese.

Chi si occupa di aggiornare il codice INCI

Ad occuparsi dell’aggiornamento della lista degli ingredienti è il Personal Care Products Council (former CTFA, Cosmetic, Toiletry, and Fragrance Association).

Al momento ci sono più di 16000 ingredienti nella lista INCI.

Come fare a capire se un prodotto è ‘bio’

La verità è che leggendo la sola etichetta non è così semplice capire se un ingrediente e naturale e non costituisce un additivo chimico che vorremmo assolutamente evitare. Fatta eccezione per alcune materie prime (ad esempio le erbe o gli oli), di cui parleremo nelle nostre rubriche, dovremo farci suggerire la lettura degli ingredienti.

Esistono diverse App gratuite che vi permettono di individuare con facilità se un ingrediente è ‘bio’. Noi ne abbiamo provate due.

L’App di EcoBioControl

 

E’ la nuovissima App firmata da Fabrizio Zago e dal suo staff, e sostituisce il vecchio Biodizionario. Per gli appassionati della bio-cosmesi stiamo parlando di un’istituzione. Per approfondimenti su EcoBiocontrol e la nuova App qui l’articolo.

EcoBioControl per Android

EcoBioControl per Ios

L’App di Greenity

E’ un’App che a differenza della precedente, vi permette di effettuare la ricerca in tre diversi modi, tramite l’inserimento del nome del singolo prodotto commerciale o il codice a barre, o in alternativa per i prodotti fuori catalogo, le singole sostanze. Le schede prodotto riportano in automatico la lista degli INCI con le rispettive classificazioni in base al livello di compatibilità con la pelle e con l’ambiente.

Greenity per Android

Greenity per Ios

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here